Archivia Gennaio 31, 2021

La dieta witarian è sana?

“Molto spesso, dietro una guarigione miracolosa grazie alla ‘medicina alternativa’ ci sono centinaia di persone per le quali queste terapie nel migliore dei casi non hanno danneggiato, e nel peggiore li hanno avvicinati alla morte”, avvertono i nutrizionisti del profilo “Dietetica non per scherzi”. Nel loro post su Instagram, spiegano gli effetti che una dieta witarian può avere.

La dieta witarian

Il principio di base del witarianismo è l’esclusione di cibi e prodotti altamente lavorati dalla dieta. Inoltre, il cibo non viene riscaldato a temperature superiori ai 48 gradi. Secondo i sostenitori del witarianismo, tale temperatura porta alla “morte secondaria del cibo” e uccide tutte le vitamine e i minerali in esso contenuti.

Come notato dai nutrizionisti che gestiscono il blog “Dietetics not for jokes”, la dieta witarian è promossa da molte persone. Negli Stati Uniti è Megan Fox, e in Polonia “Rejuvenation in raw” e “Aga in America”.

La dieta che raccomandano è la dieta vitariana. A volte conosciuto come vegano crudo, o veganismo crudo. Si tratta di mangiare cibi vegani che non sono stati cotti al di sopra dei 48 gradi Celsius. Quindi mangiano verdure crude, frutta, semi e oli spremuti a freddo, spiegano i nutrizionisti.

Tuttavia, gli esperti sottolineano che le attività delle suddette persone sono, secondo loro, socialmente dannose. Perché? Perché il witarianismo è una dieta restrittiva e carente, quindi non tutti possono seguirla.

La dieta witarian – è equilibrata?

Gli specialisti spiegano che la dieta witarian differisce significativamente da quella vegana. Nel caso di quest’ultimo è già difficile avere pasti equilibrati. Ci vuole molta conoscenza per fornire al corpo gli ingredienti necessari. Quando si parla di dieta vegana, i nutrizionisti sottolineano che è praticamente impossibile.

All’inizio, va notato che secondo l’American Academy of Nutrition and Dietetics, una dieta vegana correttamente bilanciata è sicura in qualsiasi fase della vita. Il problema è che una dieta vegana è quasi impossibile da bilanciare, soprattutto quando si mangia in modo intuitivo. Anche una normale dieta vegana richiede conoscenze per non essere carente. Tuttavia, se hai fegato d’acciaio, sei disposto a passare mezza giornata in programmi di bilanciamento della dieta e mangiare ~2,5 kg di verdure crude servite con noci, allora puoi insistere che può essere bilanciato – aggiungono.

Effetti di una dieta witarian

I nutrizionisti spiegano che dopo essere passati a una dieta witarian, si noterà sicuramente una diminuzione del peso corporeo. Inoltre, l’apporto di fibre, polifenoli aumenterà e l’assunzione di acidi grassi saturi o ferro eme diminuirà.

I chilogrammi scapperanno perché con una dieta così restrittiva la possibilità di ingerire calorie in eccesso è paragonabile alla possibilità che dopo il secondo turno delle elezioni tutti i polacchi abbiano un buon umore”, scrivono umoristicamente gli esperti.

Tuttavia, questi non sono gli unici effetti di una tale dieta. Gli esperti citano uno studio sulla dieta cruda nel loro post.

Nel più grande studio sulla dieta cruda, i partecipanti al gruppo vegano crudo hanno consumato in media ~1900 kcal, ma solo 39 g di proteine al giorno. Quelli che mangiavano 100% crudo avevano il colesterolo basso (~154 mg/dl), incluso LDL (~93 mg/dl), e questo è molto sano. Purtroppo, ben il 46% dei partecipanti aveva HDL sotto la norma, con una concentrazione media di ~46 mg/dl. Inoltre, spesso avevano carenza di vitamina B12, e probabilmente a causa di ciò, ben il 38% dei partecipanti aveva livelli troppo alti di omocisteina (un fattore di rischio indipendente per le malattie cardiovascolari), spiegano gli esperti.

I nutrizionisti aggiungono anche che le persone che seguono una dieta a base di cibo crudo consumano meno calcio, quindi hanno ossa più deboli. Hanno anche riassunto gli effetti più importanti in diversi punti.

Diete a base di frutta e verdura:

  •         aiutare a perdere peso rapidamente,
  •         favorire le irregolarità mestruali,
  •         sono spesso estremamente carenti,
  •         le attività dei loro promotori sono socialmente dannose.

Quindi, se vuoi seguire una dieta vegana, ricorda che i suoi effetti nocivi possono superare i benefici. I nutrizionisti fanno anche appello ai sostenitori di questa dieta per essere ragionevoli e non promuoverla per tutti, compresi i bambini. Di conseguenza, molte persone che scelgono la medicina alternativa invece del trattamento farmacologico possono soffrire.

Ricordate che molto spesso dietro una guarigione miracolosa grazie alla “medicina alternativa” ci sono centinaia di persone per le quali queste terapie nel migliore dei casi non hanno fatto male, e nel peggiore li hanno avvicinati alla morte.

Gli studi dimostrano che le persone che lasciano il trattamento del cancro in favore della “medicina alternativa” muoiono 2,5 volte più spesso. Nel caso di alcuni tumori (cancro del colon-retto o del seno) questo tasso può crescere anche a ~ 5x – allarmisti e aggiungere – se avete voglia, mangiare quello che vuoi – la vostra salute. Ma per l’amor di Dio, non convincete altre persone a farlo, specialmente i bambini.

Olivello spinoso – un rimedio naturale per il raffreddore

Olivello spinosoOlivello spinoso – anche se è conosciuto nella medicina cinese da migliaia di anni, non è ancora apprezzato in Occidente. Questo è un grosso errore, perché questa pianta è una vera bomba di vitamine, che si posa perfettamente sulle gambe durante un raffreddore. Abbiamo chiesto a una naturoterapista, Zuzanna Rzepecka, come usarlo.

L’olivello spinoso è un arbusto fruttifero, che non deve essere trovato lontano. Cresce sulle dune e sulle scogliere del Baltico, o nei giardini domestici, dove viene trattata come una pianta ornamentale. Si riconosce per le sue piccole palline arancioni dal sapore molto aspro. Va notato, tuttavia, che gli arbusti che crescono in natura sono sotto protezione.

L’olivello spinoso è diventato recentemente più famoso in cosmetica. Questa pianta è annoverata tra il gruppo degli adattogeni, o sostanze attualmente di moda nella cura. Gli estratti vengono aggiunti a creme, lozioni e sieri con proprietà lenitive, regolatrici e di ricostruzione della barriera cutanea. Tra loro l’olivello spinoso spicca idratante e nutriente, quindi funziona particolarmente bene in inverno, quando la nostra pelle tende ad essere irritata e secca.

L’olivello spinoso, tuttavia, merita di essere famoso non solo in termini di bellezza, ma anche di salute. Possiamo tranquillamente chiamarlo una bomba di vitamine, che supporta il trattamento del raffreddore e rafforza naturalmente il corpo.

Olivello spinoso – quali proprietà ha?

L’olivello spinoso si distingue per una quantità impressionante di vitamina C. Ne ha di più di un limone o di un ribes nero. Ma non è tutto! Altre vitamine che si possono trovare nell’olivello spinoso includono B, A, E, K e P. Il consumo di frutti di olivello spinoso non solo rafforza l’immunità, ma dà anche energia, sostiene il funzionamento di tutto il corpo e migliora anche l’aspetto della pelle.

Un’altra preziosa sostanza che possiamo trovare nell’olivello spinoso è l’acido grasso omega 7, cioè l’acido palmitoleico. È un forte antiossidante, o un composto che elimina gli effetti nocivi dei radicali liberi, che accelerano i processi di invecchiamento del corpo. Inoltre, l’acido omega 7 ha un effetto benefico sulla condizione dello stomaco, è, per esempio, utile nel trattamento delle ulcere. Nell’olivello spinoso possiamo trovare anche acido a-linolenico e linoleico. Entrambi questi composti mostrano sia effetti di rafforzamento dell’immunità che antiossidanti.

L’olivello spinoso e le medicine tradizionali

L’assunzione di farmaci per il raffreddore non è incompatibile con l’uso dell’olivello spinoso. Zuzanna Rzepecka sottolinea, tuttavia, che questo non dovrebbe essere fatto simultaneamente, cioè, si dovrebbe mantenere almeno un intervallo di 2 ore. Maggiore cautela dovrebbe essere esercitata dalle persone che sono costantemente in trattamento con farmaci forti. In questo caso il nostro esperto consiglia di consultare un erborista che ci indicherà una lista di erbe che sono sicure per noi. Ogni caso di questo tipo dovrebbe essere trattato individualmente.

Se ci interessa il rafforzamento generale, l’olivello spinoso può anche essere trattato come un superfood, cioè un alimento ricco di preziosi nutrienti. Poi prendiamo le bacche secche di olivello spinoso. Li mangiamo come spuntino o li aggiungiamo a muesli, yogurt, marmellate e anche carni. Sanno un po’ di ananas.

A seconda delle istruzioni del produttore, beviamo da poche a diverse gocce al giorno prima dei pasti. Dovete essere preparati per un sapore aspro, che segnala la presenza della suddetta vitamina C. Inoltre, oltre all’olio, si assimilano bene macerati e succhi di olivello spinoso.

Un altro metodo di trattamento può essere bere infusi di foglie. In questo caso, abbiamo a che fare con l’erboristeria, quindi se abbiamo intenzione di farlo per molto tempo, dobbiamo ricordarci di fare una pausa. Il nostro esperto sottolinea che spesso non lo sappiamo o lo dimentichiamo. Nel frattempo, la pausa è fondamentale non solo per l’efficacia della terapia ma anche per la nostra sicurezza.

Superalimenti per un sistema digestivo sano

Superalimenti per un sistema digestivo sanoTutti noi a volte mangiamo cose più grasse e indigeste. Se siete tentati di mangiare un piatto che non è necessariamente leggero (la braciola di maiale della mamma…?), almeno dategli un po’ di compagnia per togliervi il peso dallo stomaco. Ecco 8 aiutanti!

Le disavventure alimentari, per le quali paghiamo con il cattivo umore, perché il nostro sistema digestivo non riesce a superare le curve, capitano a tutti. Vale la pena sapere che alcuni degli alimenti che causano la sensazione di pesantezza allo stomaco e il disagio dopo aver mangiato non potrebbero farci male se componiamo sapientemente tutto il pasto. Come? Ecco degli additivi che sono come un salvagente per il nostro apparato digerente. Scopri perché funziona.

Cavolo rosso

L’insalata di cavolo rosso come aggiunta alla cena della domenica è un successo. Contiene sostanze che hanno un effetto positivo sul sistema digestivo. Prima di tutto, contiene fibre e acqua, che riducono la stitichezza e preservano la salute dell’apparato digerente. La glutammina, a sua volta, accelera la rigenerazione del delicato tessuto intestinale quando si irrita. I portatori del batterio Helicobacter pylori (circa il 30% della popolazione) dovrebbero includere il cavolo rosso nella loro dieta. Studi condotti da scienziati di Osaka hanno dimostrato che i composti contenuti in esso riducono la quantità di batteri, prevenendo le complicazioni. Il cavolo rosso consumato sotto forma di crauti è ancora più sano!

Aloe Vera

Il succo di aloe vera è ormai disponibile in quasi tutti i negozi. È bene bere questa bevanda dopo un pasto pesante, perché riduce la sensazione di pesantezza, così come il gonfiore e la stitichezza. Oltre alle sue applicazioni a breve termine, l’aloe vera è anche efficace nelle malattie gastrointestinali più gravi, come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa.

Verdure sottaceto

Una flora batterica intestinale sana non è solo la base per il funzionamento del sistema digestivo. È anche una garanzia del nostro benessere ed equilibrio mentale. Non è uno scherzo – i segnali da questa parte del corpo raggiungono il cervello attraverso il nervo vago. Le verdure sottaceto contengono più batteri buoni che probiotici, che generano un ambiente acido che promuove l’assorbimento di vitamine e minerali. Annoiato dai cetrioli in salamoia? È il momento del kimchi, un piatto tradizionale coreano composto da verdure in salamoia con spezie piccanti.

Tè di semi di lino

La preparazione di un tale tè è un gioco da ragazzi. Basta versare acqua bollente su un cucchiaino di semi di lino e far bollire per 10 minuti. L’effetto positivo dei semi di lino sul sistema digestivo non può essere sopravvalutato. Grazie al contenuto di acidi grassi omega-3, fibre solubili e lignani, che hanno un effetto antinfiammatorio, e agiscono anche come lubrificante nel tratto digestivo, l’infuso di semi di lino è raccomandato come trattamento complementare per molte malattie croniche dell’apparato digerente (le persone con intestino sensibile dovrebbero bere la gelatina di semi di lino senza i semi, dopo la macinazione attraverso un setaccio, perché i piccoli semi possono irritare la parete intestinale).

Chokeberry

Spesso sottovalutiamo il potenziale di salute dell’aronia. Grazie agli antiossidanti e agli antociani, ha un effetto ringiovanente, previene le malattie della vecchiaia, ha un effetto positivo sul sistema cardiovascolare… È anche un amico del nostro stomaco – agisce come un balsamo per il sistema digestivo. I polifenoli regolano il metabolismo, il metabolismo dei grassi durante la digestione e alleviano i sintomi delle malattie del fegato e del pancreas.

Semi di chia

I semi di chia sono una grande fonte di fibre. In due cucchiaini di questa specialità ce ne sono ben 10 g. Inoltre, contengono sostanze fitochimiche (composti di origine vegetale) che agiscono come antinfiammatori e calmanti per lo stomaco e l’intestino.

Kefir

Questo è un altro alleato, che funziona in modo simile alle verdure in salamoia – grazie agli enzimi e ai batteri probiotici. Non solo aiuta la digestione prevenendo la stitichezza o la sensazione di pesantezza, ma funziona anche bene per la diarrea indotta dai viaggi o dalla terapia antibiotica o dall’irritazione intestinale.

Ginger

Niente stimola il sistema digestivo come l’aggiunta di zenzero. Stimola la produzione di saliva, bile e succhi digestivi – accelerando e migliorando l’intero processo. Inoltre, gli scienziati sostengono che può aiutare con la nausea associata alla gravidanza o alla cinetosi. Se non siete amanti dei piatti orientali, provate il tè allo zenzero.

6 modi per migliorare la digestione senza sacrifici

digestione senza sacrificiNon si comincia a pensare al proprio apparato digerente fino a quando l’indigestione, il bruciore di stomaco o il dolore addominale non colpiscono. Troppo tardi! Abbiamo 6 regole d’oro per voi, che miglioreranno la digestione e preverranno sintomi spiacevoli.

È il momento di capire quali processi digestivi avvengono nel tuo corpo e come migliorare il loro lavoro. Grazie a questo si può rinunciare alle diete ascetiche, e persino concedersi piccoli piaceri. Cosa fare per una migliore digestione?

Masticare e mordere… con pazienza

Il processo digestivo inizia con il primo morso in bocca. La prima ad andare – nella bocca – è l’amilasi salivare, prodotta dalle ghiandole salivari. Mentre masticate il vostro cibo, l’amilasi inizia la digestione iniziale dei carboidrati. Ecco perché è così importante masticare attentamente e lentamente ciò che si mangia. Imprudente o troppo veloce

Limitare i cibi grassi

Dopo la digestione iniziale nella bocca, il cibo va nello stomaco, dove altri enzimi digestivi iniziano a lavorare. Il cibo si mescola con il succo gastrico. La pepsina comincia a rompere le proteine, il caglio taglia le proteine del latte e la lipasi gastrica rompe i grassi. Se la porzione che mangi non è solo grande ma anche grassa, il cibo rimarrà nello stomaco più a lungo prima di raggiungere il duodeno.

Lì, l’amilasi pancreatica si occupa della digestione dei polisaccaridi (il risultato dell’amilasi salivare che scompone i carboidrati). La tripsina e la chimotripsina scompongono le proteine (si formano peptidi e oligopeptidi). La lipasi pancreatica si occupa dei grassi. Poi nell’intestino tenue sono attivi gli enzimi amilasi e lipasi intestinali, lattasi e saccarasi, aminopeptidasi e carbossipeptidasi.

Il cibo scomposto in piccole particelle viene assorbito dal corpo. I detriti di cibo non digerito sono esposti ai batteri e poi vanno nell’intestino crasso. Lì, l’acqua e alcune vitamine vengono assorbite, e il cibo non digerito viene escreto come feci. Se rendiamo questo processo – già complicato – difficile mangiando troppo e troppo difficile da digerire (piatti fritti, carni grasse e formaggi, pangrattato e roux), non dobbiamo stupirci che dopo abbiamo mal di stomaco, flatulenza, bruciori di stomaco, nausea.

Meno, ma più spesso

Questa regola è nota a tutti coloro che iniziano una dieta o una perdita di peso. Mangiare porzioni più piccole 4-5 volte al giorno è buono per molte ragioni. Questa volta vale la pena sottolineare il fatto che quando il sistema digestivo non funziona, prima di tutto è consigliabile la moderazione. Limitare la quantità di cibo mangiato contemporaneamente fa bene allo stomaco, al fegato e all’intestino. È anche importante non mangiare tra i pasti. Date ai vostri organi 3 ore di pace e tranquillità e sicuramente vi ringrazieranno con una bella digestione senza gonfiori e dolori.

Devi anche sapere che la cena che mangi troppo tardi (meno di 2 ore prima di andare a letto) rimarrà nel tuo stomaco fino al mattino. Questo perché alla fine della giornata non ci sono abbastanza enzimi per far sì che il cibo raggiunga la fine del sistema digestivo. Lo stesso vale per gli spuntini a tarda notte: è una richiesta di indigestione e problemi di stomaco. Il tuo stomaco ti ringrazierà se gli darai una notte di riposo per almeno 12 ore.

Non saltare la colazione

Il primo pasto è un segnale per il tuo sistema digestivo e gli enzimi che è ora di iniziare il loro lavoro. Se si salta la colazione, si interrompe questo meccanismo. È anche importante quale sarà il primo pasto. Imbottirsi di lievito o di un rotolo bianco è una cattiva idea. Non farete altro che aumentare il livello di glucosio nel sangue e dopo un’ora avrete di nuovo fame.

Assicurati che il tuo piatto della colazione includa una porzione di fibre, poiché migliorano il tuo metabolismo e sono un ottimo rimedio per la stitichezza. Troverete fibre nel pane integrale scuro, nelle verdure, nella frutta e nei cereali, tra le altre cose.

Ricorda i probiotici

La flora batterica è estremamente importante – senza di essa una corretta digestione e l’assorbimento dei nutrienti da parte del corpo non sarebbe possibile. Vale la pena di ricostruirlo regolarmente – specialmente quando è danneggiato, per esempio dal trattamento antibiotico. Per quanto riguarda la tua dieta, puoi arricchirla con latticini fermentati, come il kefir, il latticello o lo yogurt naturale. Soprattutto le persone con la cosiddetta sindrome dell’intestino permeabile dovrebbero acquistare probiotici in capsule disponibili in farmacia. L’interno dell’intestino è coperto da un unico strato di cellule.

Nelle persone sane, questa è una protezione sufficiente contro l’ingresso indesiderato di avanzi di cibo non digerito – e di batteri cattivi – nel corpo. Nelle persone che hanno microdanni alle membrane intestinali, queste particelle passano attraverso le cellule epiteliali intestinali nel flusso sanguigno. Questo causa infiammazione e può portare a gravi complicazioni, tra cui malattie autoimmuni, malattie della tiroide, allergie, disturbi del sistema nervoso, colite o morbo di Crohn.

Ci possono essere molte cause di perdite intestinali (per esempio infezioni virali e batteriche, parassiti, dieta impropria, stress cronico). Il sistema digestivo di una persona con la sindrome dell’intestino permeabile non produce quantità adeguate di enzimi, quindi gli integratori che supportano gli enzimi digestivi svolgono un ruolo importante nel trattamento di questo disturbo. Tuttavia, sia la diagnosi che il trattamento appropriato dovrebbero essere fatti non per tentativi ed errori, ma sotto la supervisione di un medico.

Coltivare erbe e spezie

Sostieni la tua digestione usando le spezie. Soprattutto quando sai che ti aspetta una grande cena di famiglia. Le seguenti aiutano: curcuma, rosmarino, maggiorana, zenzero, aneto. Per quanto riguarda le tisane, le seguenti faranno bene al tuo stomaco: tè verde, menta, dente di leone, erba di San Giovanni e rosa canina. Che altro? Bere molta acqua liscia, compreso un bicchiere prima dei pasti. Mettere da parte le bevande gassate, limitare l’alcol ed evitare di bere caffè nero a stomaco vuoto (irrita la mucosa gastrica).

Come potete vedere, non dovete servirvi solo una foglia di lattuga per cena per godere della sensazione di leggerezza. Inizia a mettere in pratca questi pochi modi per migliorare la digestione, e ti sentirai subito più leggero!