Comunita' Montana Valli Orco e Soana

Ti trovi in: Home Programmi e Progetti Progetto B.A.L.LA - Progettazione e costruzione

Progetto B.A.L.LA - Progettazione e costruzione

La progettazione ha individuato alcune tipologie differenti che potessero essere realizzate sfruttando in modo diverso i materiali costruttivi.

Sono state ipotizzate differenti tipologie di pannello accomunate dalla struttura lignea esterna. La sezione tipo può così sintetizzarsi (spessori in mm):

  • perlinato continuo ad incastro, spessore 23 mm, sul lato posteriore;
  • parte interna con strato isolante in lana (densità 40 kg/mc), avvolta in una membrana aperta idrorepellente resistente UV, grammatura 160 gr/mq, spess. 0.6 mm;
  • lato sorgente in listellare discontinuo, spessore 23 mm, copertura 60%;

Una delle problematiche maggiori che si è dovuta affrontare nell'impostazione costruttiva è relativa alla lana. Essa, infatti, al contrario dei materiali isolanti sintetici comunemente usati in questa tipologia di prodotti (lana di vetro o roccia, fibre di poliestere) non ha una struttura rigida in grado di autosostenersi nell'intercapedine del pannello, quindi deve essere adeguatamente pressata entro la struttura lignea, e deve essere protetta dall'acqua che inumidendola, l'appesantirebbe facendola progressivamente collassare verso il basso. Un secondo aspetto deriva dalla necessità di protezione da parte di uccelli, roditori e insetti. Per risolvere questi aspetti si è deciso di richiudere la lana in una membrana aperta idrorepellente resistente UV, grammatura 160 gr/mq, spessore 0.6 mm.

Un secondo aspetto ha riguardato il listellare sul lato sorgente che ha lo scopo di contenere la lana interna, oltre che una funzione strutturale, ed allo stesso tempo deve permettere la penetrazione del suono nella camera interna, dove è presente la lana che funzione da fonoassorbente. Il listellare deve quindi garantire un adeguato grado di apertura assolvendo alle restanti funzioni. Per abbattere i costi di produzione si è optato per listelli di larghezze differenti, così da poter minimizzare gli scarti di produzione.

Sono state costruite alcune tipologie diverse di pannello di lunghezza 3 e 2 m ad altezza 1 -1.5 m. A livello di lunghezza l'intelaiatura è risultata sufficientemente stabile per lunghezze fini a 3 mt, mentre altezze superiori al metro comportano la necessità di listelli di maggiore larghezza, che incidono negativamente sui parametri acustici (fonoassorbimento) e sui costi, con minor possibilità di impiego di listelli stretti.
Nelle fasi costruttive dei prototipi si è evidenziata l'onerosità della chiusura della lana entro il telo protettivo idrorepellente. Tale lavorazione ha richiesto la posa del telo intorno al materassino, la successiva graffatura a chiusura del telo, e la graffatura del telo alla struttura lignea del pannello, con un'incidenza non secondaria sull'impiego complessivo di manodopera.

Nella costruzioni dei pannelli si sono inoltre testate diverse forme di giunzione per le traverse e si è verificata la possibilità di reimpiegare tavolame di scarto con l'impiego si perline e listelli di dimensioni variabili.

Si sono inoltre prodotte tipologie diverse per le prove acustiche: con lana lavorata in materassino e con lana sucida, con telo idrorepellente e senza, con camera interna di spessore 5.4 cm e 10 cm. La tipologia con lana sucida (tal quale proveniente dalla tosa, senza lavaggio e lavorazione) ha richiesto alcune attenzioni in più per la necessità di omogeneizzare la densità dell'isolante dentro il pannello e per la maggior difficoltà nel richiudere il telo.

Infine sono stati prodotti 30 pannelli di dimensioni 3x1 e 3 di dimensioni 2x1, per complessivi 96 mq di pannelli da posare sulla viabilità.